Posts Tagged ‘Scott McCloud’

Omaggio di GOOGLE a Will Eisner

domenica, 6 marzo 2011 - 19:30

Oggi Will Eisner avrebbe compiuto 94 anni e in tutto il mondo (e in tutta Internet) è un florilegio di omaggi e ricordi del grande autore (un buon punto di partenza è l’ormai tradizionale Will Eisner Week).

Ricordiamo solo il più clamoroso, presentato da un post di Scott McCloud: la testata della Home Page – il “google doodle” – della pagina internazionale di Google è stata ridisegnata in omaggio a The Spirit che ha già fatto il giro della Rete. Eccola:


Per raggiungere google.com dall’Italia clickate qua.

Annunci

Mind the Closure, ma mind davvero

domenica, 22 novembre 2009 - 08:00

Vuol dire “state attenti alla closure” (uso arbitrariamente il genere femminile) ed è il titolo del blog di Alfredo Goffredi. Il termine  – che voi non ci crederete, ma vuol dire anche “chiusura” – ha un’accezione iconico-semiotica (e scusate se ne approfitto ma era un bel po’ che volevo scrivere una parola così) ben nota ai lettori di Scott McCloud, come spiega bene il Mind The Closure Manifesto di Alfredo (apro la terza parentesi in troppo poche righe per consigliarvi la mia lettura preferita di Scott McCloud degli ultimi anni).

Non ho il piacere di conoscere personalmente Alfredo e spero che non me ne voglia per questa segnalazione a tradimento (sono  una vera zia in fatto di netiquette e penso che due righe personali andrebbero sempre mandate) ma raramente lascio commenti ai post (sono timido) e non ho trovato un contatto diretto, sempre che sul suo blog ci sia (ho rapporti difficili con la piattaforma blogspot, e lei ricambia algidamente).

Noto incidentalmente che è uno dei pochi blog su cui ogni tanto riesco a (e, anzi, mi viene voglia di) passare un po’ di tempo (spero che non sia geloso Harry, che è sempre nei miei pensieri e che – ho l’impressione – con Alfredo andrebbe d’accordo; poi, magari si conoscono già, questo mondo è così piccolo).

Ma quello che volevo segnalarvi è un post di Alfredo dove leggo che secondo lui “Ortolani è uno che ha capito tutto”.
Ora, fa sempre piacere concordare con qualcuno che si apprezza. E parafrasando Alfredo, mi va di aggiungere che non è necessario che il fumetto faccia promesse, ma è molto importante che le mantenga.
Che sembra tanto una di quelle frasi furbette falso-intelligenti costruite per suonare bene ma pazienza.
Testa bassa e al lavoro.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: