Posts Tagged ‘emiliano rabuiti’

Comunitariamente, Creativamente Primavera

sabato, 12 dicembre 2009 - 08:00

Non ho mai recensito (oddio, scusate; volevo dire “parlato di”) È primavera, il libro con cui Claudio Calia intervista Toni Negri a fumetti. È abbastanza grave, e non perché a suo tempo abbia ricevuto copia omaggio “con preghiera di recensione” (da parte dell’editore, perché Calia le preghiere mi sa che non le dice spesso).
È abbastanza grave per due altri motivi.
1) Senza alcuna sollecitazione da parte dell’autore, avevo detto “ne parlo sicuramente, il tempo di leggermelo per bene”. E non l’ho mai fatto. Ora, detesto chi impicca gli altri alle loro parole, magari dette spontaneamente e in buona fede, minando la loro libertà di esprimersi in libertà. Ma è anche vero che si è responsabili di quanto si dice, proprio e specialmente se è in piena libertà che lo diciamo. Insomma, non vorrei neppure impiccare voi con questi quattro salti in padella di filosofia morale impanata: la sostanza è che sono stato pesato, e sono trovato non solo sovrappeso ma anche manchevole. Insomma, con la coscienza sporca.
2) Il libro merita, e non poco. Andava promosso e valorizzato il più possibile all’uscita e naturalmente questo è stato fatto da tanti.
Insomma, ho perso una buona occasione per farmi bello con i meriti altrui senza rischiare niente, parlando bene di un lavoro che ha raccolto consensi pressoché unanimi (quelli negativi di cui sono a conoscenza, riguardano – più che il lavoro di Calia – la figura di Negri, eternamente destinata alla controversia).
Insomma, ho infranto il Primo Comandamento del 70% degli interventi sul fumetto in Rete  (ma posso rifarmi quando voglio parlando bene di un libro di Gipi; uno qualunque).
Tra l’altro, pare che il libro non abbia neppure venduto malaccio (ora che ci penso, potrei stroncarlo per questo; qualche fesso che mi dà ragione lo trovo subito).

Esaurito il bonus di divagazioni, vengo al sodo: È primavera è ora liberamente scaricabile in formato PDF, con licenza Creative Commons.

Trovate tutto in questa pagina, riccamente allestita dallo stesso Claudio Calia con contenuti di ogni sorta:
il libro, naturalmente
la copertina
• la rassegna stampa cartacea (in basso a destra nella pagina)
• la rassegna stampa online (davvero troppo abbondante, un link non basta: la trovate a sinistra dopo un paio di schermate)
• almeno sei (al momento in cui andiamo online), diconsi sei video-intervista con Toni Negri et alii: qui c’è il primo
• interventi sul volume di Toni Negri, Boris Battaglia, Otto Gabos, Emiliano Rabuiti e yours truly, cioè il sottoscritto (il mio pezzo potete scaricarlo qua, quelli degli altri filate di corsa a leggerveli)

Dimentico qualcosa? Ovviamente sì, ma non ricordo cosa e chiudo in bellezza con una frase che potrebbe essere di Nanni Moretti e invece l’ha detta Claudio Calia: “Anche gli Autonomi sanno essere felici.”

Fumetti Partigiani e Città Future

martedì, 14 aprile 2009 - 17:38

Giovedì 16 aprile, alle ore 17.00, partecipo a PRATICHE DI RESISTENZA QUOTIDIANA – Attualità della Resistenza, nella visione artistica dei fumettisti italiani contemporanei. L’incontro è nell’ambito della mostra Fumetti partigiani, curata dall’amicissimo Emiliano Rabuiti in collaborazione col Centro Fumetto Andrea Pazienza, con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Roma, la Casa della Memoria e della Storia e le Biblioteche di Roma.
Saranno anche presenti gli autori di alcuni dei fumetti in mostra e pubblicati nel volume omonimo, con Michele Ginevra del Centro Fumetto a coordinare il tutto: Leonardo Guardigli, Manuel De Carli, Dario Morgante e Claudio Calia.
Per farmi scusare l’intrusione (hanno fatto tutto loro, io non ho contribuito in nulla né ai bei fumetti né all’allestimento della mostra, di cui si è parlato molto sui media nazionali) chiacchiererò un po’ di fumetto, di fumetti (per chi apprezza la distinzione) e di perché oggi il fumetto italiano può permettersi di parlare di qualsiasi cosa. E quando ci sono di mezzo la Storia e la Politica (che spesso in Italia si scrivono con la minuscola) questo non è poco né scontato, perché raramente in passato  il fumetto ha espresso opinioni o posizioni con valenza politico-sociale al di fuori dei meccanismi della propaganda.
E pare proprio che sia questo il caso.

Mi fermo qua, perché altrimento mi brucio le tre frasi in croce che ho da dire e giovedì potrebbe sembrare che Michele Ginevra è più brillante di me, mentre è soltanto laureato in Giurisprudenza Scienze Politiche con indirizzo giuridico e impervio a commenti contenenti le parole “ridondante” e “tautologico” (ho provato).
Ovviamente chiunque potrà partecipare sarà più che il benvenuto e se dirà di averlo saputo da questo post vince una calorosa stretta di mano e un incoraggiamento: “Poteva andarti peggio” (una tautologia ridondante di Ginevra, per esempio).

Già che ci sono, siccome a stare fermi viene il cancro, lo stesso giorno, poco prima, alle 15.50 circa, parlo di Will Eisner (e di chi altri?) ai microfoni della storica emittente romana Radio Città Futura. L’occasione è naturalmente CONTRATTO CON DIO – La Trilogia uscito da poco per Fandango Libri e di cui spero di annunciare presto qualche presentazione in giro per lo Stivale (e con questa ho fatto fuori in un colpo solo il mio bonus giornaliero di metafore scontate).

“ZeroTolleranza” – Uscita, debutto e Cattani

giovedì, 3 luglio 2008 - 08:00

ZeroTolleranzaGli altri post
ZeroTolleranza – 1 di 5
ZeroTolleranza – 2 di 5
ZeroTolleranza – 3 di 5
ZeroTolleranza – 4 di 5
ZeroTolleranza – 5 di 5

Solo qualche riga per tirare le somme e riassumere gli interventi di queste settimane su uno dei progetti a fumetti più ricchi e articolati di quest’anno.

L’uscita è quella in libreria: dopo tante settimane a parlarne online e a postare JPG e PDF, adesso ZeroTolleranza è un libro, stampato e distribuito.

Il debutto è quello degli scorsi 27 e 28 giugno, quando il volume è stato presentato allo Sherwood Comix Festival, alla presenza di buona parte dei numerosissimi autori e naturalmente dei curatori Claudio Calia ed Emiliano Rabuiti. Solo un paio di osservazioni tecnico-editoriali, sperando di non annoiare nessuno.

La prima, molto semplice, è che in fase di stampa è scappato l’inchiostro e spesso le pagine sono un po’ troppo scure. Nulla di gravissimo o per cui perdere il buon umore (anche perché molte delle storie sono divertentissime). (more…)

“ZeroTolleranza” 5 di 5

giovedì, 26 giugno 2008 - 11:33

Gli altri post
ZeroTolleranza – 1 di 5
ZeroTolleranza – 2 di 5
ZeroTolleranza – 3 di 5
ZeroTolleranza – 4 di 5
ZeroTolleranza – Uscita, debutto e Cattani

Ha iniziato a farsi conoscere cinque anni fa con La nostra storia alla sbarra, cronaca del G8 di Genova e da allora Zerocalcare ha continuato a disegnare fumetti raccogliendo e rielaborando stimoli provenienti da fatti di cronaca, storie di strada e vissuto personale.

Il problema è che abbozzamo sempre è il suo contributo all’antologia ZeroTolleranza dove la fantascienza orwelliana convive con scene da spaghetti western culminando in un epilogo splatter. Anche se il racconto attinge a repertori di genere evocando memorie di fumetti e film divorati precocemente, la realtà di tutti i giorni non è troppo lontana. L’immagine di uno sceriffo mascherato chiamato a tutelare l’ordine pubblico o di uno strano velivolo che sorvola minaccioso la città controllando movimenti sospetti, a qualcuno potrebbe apparire quasi plausibile. Ed è qui che inizia la storia: da un po’ di tempo tutto questo ha iniziato a sembrarci quasi normale. (more…)

“ZeroTolleranza” 4 di 5

giovedì, 19 giugno 2008 - 06:09

PIANEROTTOLUM di Andrea VivaldoGli altri post
ZeroTolleranza – 1 di 5
ZeroTolleranza – 2 di 5
ZeroTolleranza – 3 di 5
ZeroTolleranza – 5 di 5
ZeroTolleranza – Uscita, debutto e Cattani

Continuano gli appuntamenti con ZeroTolleranza, il volume a cura di Claudio Calia ed Emiliano Rabuiti per Becco Giallo Editore (giugno 2008).

Un condominio popolato da giovani e anziani, autoctoni e immigrati, famiglie tradizionali e coppie omosessuali, cristiani, musulmani o atei. Vite diverse alle prese con un dialogo impossibile, tra il comico e il paradossale, nello spazio comune tra un appartamento e l’altro.
Siamo in Pianerottolum, racconto satirico scritto e disegnato da Andrea Vivaldo. Dieci brevi episodi per mostrare l’intolleranza nella sua dimensione minima e grottesca. Dove il conflitto nasce da submovimenti e piccoli pretesti, come il semplice fastidio verso chi parla un’altra lingua. (more…)

“ZeroTolleranza” 3 di 5

giovedì, 12 giugno 2008 - 09:54

ODIO DISINTERESSATO di Tuono PettinatoGli altri post
ZeroTolleranza – 1 di 5
ZeroTolleranza – 2 di 5
ZeroTolleranza – 4 di 5
ZeroTolleranza – 5 di 5
ZeroTolleranza – Uscita, debutto e Cattani

Parlare di Tuono Pettinato metterebbe a dura prova il vocabolario di una persona di buona cultura (penso soprattutto agli aggettivi) e invece mi ritrovo a parlarne io. Con un tuffo all’incrocio dei pali, potrei appoggiarmi alla sua preferenza per i diminutivi e dire che fa fumetti tanto ma tanto carini. Ma – semanticamente – “carini” non è un diminutivo (e “fumetti” non è un vezzeggiativo) e uno come lui, che con Borges farebbe le gare di rutti, queste cose le nota. Insomma, è dura. (more…)

“ZeroTolleranza” 2 di 5

giovedì, 5 giugno 2008 - 10:34

STRONZO! di Armin BarducciGli altri post
ZeroTolleranza – 1 di 5
ZeroTolleranza – 3 di 5
ZeroTolleranza – 4 di 5
ZeroTolleranza – 5 di 5
ZeroTolleranza – Uscita, debutto e Cattani

Secondo appuntamento (di cinque) con ZeroTolleranza, il volume a cura di Claudio Calia ed Emiliano Rabuiti per Becco Giallo Editore (giugno 2008).

Molti autori di ZeroTolleranza si distinguono per stili grafici non convenzionali: il riferimento può essere l’underground “storico” (Crumb e “gli americani”), quello italiano (Pazienza e “i frigidairiani degli anni Ottanta”) o suggestioni grafico / pubblicitarie / videoartistiche più recenti, magari mediate da una buona dose di eclettismo tecnico (matite, chine, pennelli, pennarelli, acrilici, tavoletta grafica, scanner, Photoshop usati indifferentemente). In ogni caso, difficilmente i loro disegni potrebbero illustrare altre storie, e certamente non fumetti più convenzionali o di consumo (come vengono intesi oggi, almeno; ma negli anni Settanta – poi chiudo la divagazione – chi poteva prevedere che vent’anni dopo un fumetto con un copertinista innamorato di Egon Schiele avrebbe venduto mezzo milione di copie? E che, tra gli altri, lo avrebbe disegnato uno come Piero Dall’Agnol, la cui ricerca di sintesi grafica ha ormai stravolto la nozione di figura, andando oltre la sperimentazione e forse oltre lo stesso Alex Toth?). (more…)

“ZeroTolleranza” 1 di 5

giovedì, 29 maggio 2008 - 10:22

ZeroTolleranza - copertinaGli altri post
ZeroTolleranza – 2 di 5
ZeroTolleranza – 3 di 5
ZeroTolleranza – 4 di 5
ZeroTolleranza – 5 di 5
ZeroTolleranza – Uscita, debutto e Cattani

Questo è il primo di cinque servizi con cui anticiperemo estratti da ZeroTolleranza, un volume di storie a fumetti di prossima uscita per Becco Giallo Editore a cura di Claudio Calia ed Emiliano Rabuiti. Qui a fianco, la copertina di Marco Corona.

Si tratta del quinto progetto editoriale in collaborazione con lo Sherwood Comix Festival di Radio Sherwood. A partire dal 2004, i due curatori hanno infatti prodotto ogni anno un volume antologico a tema: raccolte di storie su un argomento tratto dall’attualità sociopolitica.

Questi i volumi precedenti:

2004 Comix against Global War (autoproduzione di Radio Sherwood)
2005 Vite Precarie (autoproduzione di Radio Sherwood)
2006 Fortezza EuropaStorie di mura e di migranti (Coniglio Editore)
2007 Resistenze – Cronache di ribellione quotidiana (Becco Giallo Editore)

Gli autori delle storie sono noti e meno noti, rappresentativi della scena più nuova, vivace e fuori dal coro del fumetto italiano. E queste antologie rappresentano di fatto una sorta di punto della situazione su “chi”, “come” e “in che modo” cerca di fare fumetto oggi in Italia, soprattutto – e non solo per necessità – al di fuori delle realtà editoriali ufficiali e praticando preferibilmente l’autoproduzione.
(more…)


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: