Stefano Gaudiano

Classe 1966, Stefano si è trasferito negli USA nel 1981 ma non è mai mancato a lungo dall’Italia. In questi anni di revanscismi nazionalistici e di identità etniche ribollenti, ogni tanto è colto dalla tentazione di interrogarsi sulla propria italianità (che parola sinistra…) ma per fortuna ha troppo da fare e smette subito.
Si considera fortunato e quando ha dei dubbi Kathy, Milena e Sabina glieli fanno passare subito.
Chi segue il fumetto USA, e Marvel in particolare, sa che da qualche anno Stefano è uno degli autori della storica testata Daredevil (pubblicata in Italia su Devil & Hulk della PaniniComics), dove su testi di Ed Brubaker Stefano affianca il bravo Michael Lark ai disegni (per inciso, traduco questa serie per l’Italia; una collaborazione sui generis con Stefano a cui tengo molto).

Ho usato deliberatamente la dicitura “affianca”, da cui non si capisce bene cosa faccia l’uno e cosa faccia l’altro: la collaborazione tra i due è infatti del tutto atipica e si discosta dalla tradizionale prassi produttiva americana, in cui un disegnatore (“penciller”, cioè “matitista”) produce disegni a matita, ripassati poi a china da un secondo disegnatore (“inker” / “inchiostratore”).

Certamente, Stefano passa a china i disegni di Lark, ma non si limita a questo: l’affiatamento tra i due è tale da consentire all’uno di contare incondizionatamente sull’altro per gli interventi del caso. A seconda delle scadenze, Lark è quindi libero di decidere se passare a Stefano pagine più o meno definite, soprattutto per quanto riguarda gli sfondi e la documentazione fotografica (che i due utilizzano in un modo molto particolare, messo a punto insieme e che è ormai diventato uno dei loro marchi di fabbrica).

Stefano è da anni un disegnatore completo, ancora in crescita ma professionale al 100% e non deve ingannare il ruolo che si è scelto di “rifinitore” (il “finisher” accreditato nei comics Marvel): è una mansione meno visibile di quella del disegnatore ma non minore, che lo interessa, lo gratifica professionalmente e che Stefano svolge con stile personale. E anche con l’esperienza indispensabile a un anello della catena produttiva – è giusto ricordarlo – spesso chiamato a recuperare ritardi altrui.

Il disegno che ci regala sarebbe a colori ma d’accordo con Stefano l’ho virato in bianco e nero (qua sotto trovate l’originale): è inedito ma risale a una decina di anni fa e Stefano l’aveva realizzato per una raccolta di storie a fumetti su testi di Ed Brubaker che all’epoca pensavo di pubblicare con il marchio PuntoZero. È già evidente lo stile che Stefano avrebbe consolidato da lì a poco, prima come disegnatore di alcune storie di Batman, poi sulla serie Gotham Central della DC Comics, già in squadra con Brubaker e Lark.

Here & Now

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: