Radiodramma

by

Radiodramma

È il titolo di questa cartolina strepitosa che Leo Ortolani ha realizzato per Matite per la Radio, in occasione dei 20 anni di Città del Capo – Radio Metropolitana del circuito radiofonico Popolare Network, un’emittente bolognese con cui collaboro dalla fondazione, e in realtà anche da prima.

Insieme ad altre 22 (insomma, in tutto sono 23) fa parte di un bel cofanetto dalla raffinata fattura. La plastificazione è particolarmente elegante, un autentico piacere al tatto. E, sì. Dico sul serio.

Trovate qui tutte le altre illustrazioni e anche qualche informazione su come procurarsi quest’oggetto pieno di belle immagini. E, no. Non partecipo agli utili.

E a proposito del radiodramma: è tutto vero. Nevicava fortissimo e tutte le trasmissioni erano saltate. Senza neppure bisogno di invocare Amon-Rat.

Tag: , ,

3 Risposte to “Radiodramma”

  1. Stefano Says:

    ..mi piega dalle risate ragazzi.. che dire.. un Maestro!

    Stefano

  2. anonimo Says:

    una bella raccolta, non c’e’ che dire! Una curiosita’ sulla vignetta di ortolani (come non ricordare la trascrizione di quell’intervista pubblicata -credo- su wiz?) Ma …cosa vuol dire “l’ho abbiamo invitato a ritornare tra vent’anni di martedi’”? Il martedi’ sono forse chiusi gli studi di radio citta’ del capo??
    ciao (e la proiezione? come e’ andata?)

  3. Susanna Raule Says:

    Ah-ah, il topo-conduttore di sinistra è identico a te (sull’altro difficile giudicare, non ho mai visto il tuo “socio”)!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: