Posts contrassegnato dai tag ‘Fandango Libri’

Fumetti

mercoledì, 13 aprile 2011 - 17:00

Nel caso vi fosse rimasto qualche dubbio, la locandina dovrebbe togliervelo: è di questo che parleremo venerdì 15 aprile, alle ore 17.00, presso il Museo della Grafica di Pisa (Palazzo Lanfranchi, Lungarno Galilei, 9; info: 050 2216060 / museodellagrafica@adm.unipi.it), insieme a Fabio Gadducci. E naturalmente opere come Fagin l’ebreo di Will Eisner forniscono spunti in abbondanza per parlare delle potenzialità narrative del fumetto e della sua espressività letteraria. La traccia dell’intervento sarà questo articolo, in cui commento alcuni dei tanti motivi d’interesse di uno dei lavori più stimolanti e “politici” del maestro americano, ricco di suggestioni civili e letterarie.

Dopo 13 anni: AFFARI DI FAMIGLIA

giovedì, 7 aprile 2011 - 20:00

Mercoledì 13 aprile, ore 18.00
Libreria Golconda, via Nosadella 23/a, Bologna (info: info@golconda.it / 051 9917996)
Intervengono: lo scrittore Gianluca Morozzi e il giornalista e italianista Alberto Sebastiani.
Sabato 23 aprile, ore 17.00
Libreria Wonderland, via S. Antonino 68 a/b, Treviso (info: wonderlandcomics@gmail.com / 0422 1720154)
Interviene: Massimo Perissinotto

Sono le prime due presentazioni in programma per Affari di famiglia di Will Eisner, da poco uscito per Fandango Libri, che lo riporta meritoriamente in libreria dopo la prima edizione italiana del 1998. Si tratta di un titolo molto meno noto dei celebrati romanzi a fumetti del grande autore ma in alcun modo minore: l’analisi spietatamente oggettiva che Eisner fa delle dinamiche di un nucleo famigliare riunito per il compleanno del patriarca è magistrale, e i personaggi ne emergono con grande forza. La consueta, sofisticata gabbia di Eisner, avanti anni-luce rispetto alle convenzioni strutturali della tradizionale pagina a fumetti, valorizza al massimo l’impianto teatrale della storia, che si svolge quasi interamente nello stesso luogo e in tempo reale, con la pagina come proscenio ed elementi compositivi quali porte, pareti, fondali come punti di ingresso e di uscita dalla scena.
Per l’occasione Eisner abbandona il tradizionale bianco e nero per una raffinata mezzatinta con dominante seppia, resa a stampa in quadricromia. La carta avoriata – una scelta di pregio di tutte le edizioni eisneriane di Fandango – conferisce alla pagina calore e profondità, nonché un’atmosfera malinconica e a tratti cupa, totalmente in sintonia con la vicenda.

Della carriera sterminata (quasi 70 anni) di Eisner si è scritto molto, quasi quanto delle sue tante primavere artistiche. Di sfuggita, date alla mano, notiamo che Affari di famiglia (“A Family Matter”, 1998) apre un’ultima stagione creativa segnata da una serie di uscite, impressionante per lunghezza e qualità, interrotta solo dalla scomparsa dell’autore, nel pieno dell’attività: The Princess and the Frog (1999), L’ultimo cavaliere (“The Last Knight“, 1999), Racconti di guerra (“Last Day in Vietnam”, 2000), Piccoli miracoli (“Minor Miracles”, 2000), Le regole del gioco (“The Name of the Game”, 2001), Sundiata: A Legend of Africa (2003), Fagin l’ebreo (“Fagin the Jew”, 2003), Il complotto (“The Plot”, 2005).
Già: Eisner, classe 1917, scrive e disegna questi libri – molti dei quali a colori, e non di rado di quasi 200 pagine – tra gli 81 e gli 88 anni (non compiuti per un paio di mesi), senza alcun segno di cedimento, con lucidità e controllo totali sulla narrazione e soprattutto sui disegni, tra i più belli e pieni della sua carriera.


PASTA FAZOOLA (“Gettate tutti gli stereotipi e uscite con le mani alzate!”)

sabato, 2 aprile 2011 - 20:00

Quello tra parentesi è un plagio dal sublime Tuono Pettinato, a cui mi rivolgo sempre per ispirazione quando resto muto per l’imbarazzo.
Come in questo caso: un bell’articolo (non firmato; peccato) sul cruciale argomento “stereotipi e fumetti”. Incidentalmente, è con questo in mente che Will Eisner ha scritto e disegnato il suo Fagin l’ebreo: un progetto didattico di adattamento a fumetti dell’Oliver Twist di Charles Dickens diventato lungo la strada una dolente e sofisticata riflessione meta-letteraria sulla persistenza del pregiudizio e sulla responsabilità culturale degli scrittori e degli artisti nella sua propagazione (a partire da Eisner stesso, che non si risparmia una parziale autocritica per certi suoi disinvolti usi giovanili di stereotipi razziali). Questo è l’articolo migliore che conosca sull’argomento, mentre qua trovate qualche altra mia considerazione, molto meno concisa.
In questo caso – la rappresentazione  del nemico italiano in un fumetto di propaganda americano del 1941 – le considerazioni sarebbero tantissime, a partire dalla chiara consapevolezza – che mi ha stupito parecchio – che gli autori hanno della distinzione tra italiani del Nord e del Sud, o perlomeno della percezione che di questa distinzione hanno gli italiani stessi (o almeno gli italiani come li percepiscono gli americani del periodo; e così via: meglio fermarci qua e rimandare gli approfondimenti del caso ai testi opportuni).
Ma per chi traduce dall’American English e, inevitabilmente, invidia la stupefacente capacità di questa lingua di trascrivere cadenze, pronunce e fonemi, non importa quanto strampalati, è imperdibile il dialogo tra questi italiani esagitatissimi e quanto mai improbabili.
Ho scritto “improbabili”?

“Contratto Con Dio”, “La Forza della Vita”, “Dropsie Avenue”

giovedì, 29 aprile 2010 - 08:00

Eccole qua le tre copertine. Ne avevamo parlato parlato con un piccolo concorso senza premi (“Quale scegliereste se foste voi l’editore?”), e ora potete compiacervi del vostro fiuto, o esprimere il vostro disappunto per la mancanza di gusto altrui (il vostro non è mai stato in discussione). Nel secondo caso la colpa è del grafico Marco Tamagnini, di cui non sta a me tessere le lodi. Nel primo – ma si chiama merito – pure.
Sono quindi queste le copertine scelte per gli storici titoli di Will Eisner – ormai riconosciuti come classici, all’origine della definizione stessa di “romanzo a fumetti” – che escono oggi in libreria per Fandango Libri.
Sono edizioni singole e quasi economiche (prezzo di copertina: 14 Euro) prima raccolte nella ponderosa e più costosa Trilogia e che dovrebbero permettere a un pubblico più ampio, curioso ma meno specializzato di conoscere un grande maestro del fumetto.
Enjoy.

Nuovi Eisner in libreria

giovedì, 18 marzo 2010 - 08:00

Sono pubblicati da Fandango e i lettori del maestro americano li conoscono bene: sono Contratto con Dio, La forza della vita e Dropsie Avenue. Titoli fondamentali nella produzione di Will Eisner e quindi per il fumetto moderno, veri e propri distillati della profonda conoscenza che Eisner aveva di cose, persone e della vita nel suo senso più pieno. Vita che da queste storie emerge con la vivacità e la passione tipiche dell’autore.
L’anno scorso erano stati raccolti nel ponderoso – e assai più costoso – Contratto con Dio – la Trilogia, mentre oggi tornano finalmente disponibili in edizioni singole e più economiche (le precedenti risalgono anche a più di 10 anni fa).
Come per altri volumi di Eisner, con grande piacere ho lavorato a questi insieme a Giovanni Ferrara di Fandango e all’ottimo grafico Marco Tamagnini (RAM).
I libri usciranno in libreria tutti insieme, giovedì 29 aprile.

Nell’attesa – sperando di non turbare i sonni dell’editore, che ha già fatto le sue scelte – vi propongo un piccolo referendum sulle bozze di copertina prodotte per l’occasione e che trovate di seguito: quale preferite, per ciascun libro? Se vi interessa lasciare un commento, basta che indichiate il titolo e l’ordine della copertina (prima, seconda, terza, etc.).
Naturalmente, una sola è quella definitiva. A giorni sugli scaffali.

“CONTRATTO CON DIO – La Trilogia” a Schio

martedì, 6 ottobre 2009 - 11:26

Si svolgerà domenica, 11 ottobre, alle ore 17.00 nel Palazzo Toaldi Capra di Schio (VI), e  si parlerà, più in generale, di alcuni temi ricorrenti nell’opera di Will Eisner, come il rapporto con la memoria, la ricerca delle radici e il confronto con l’identità ebraica.
Temi esemplarmente presenti nel poderoso tomo edito da Fandango Libri nella scorsa primavera, di cui parlo a ogni piè sospinto.

Il tutto chiuderà una serie di incontri sul romanzo a fumetti il cui colpevole principale è Claudio Calia (ma se parliamo delle indispensabili colpe di Calia nell’ambito del fumetto il suo curriculum non si ferma certo qua, basti pensare all’ormai monumentale serie di monumentali volumi targati Sherwood Comix, da lui progettati e curati insieme a Emiliano Rabuiti; di uno in particolare abbiamo parlato estesamente a partire da qua).
C’è anche un evento Facebook.

Will Eisner al 24 HOUR COMICS DAY 2009 di Pordenone

venerdì, 25 settembre 2009 - 20:00

Il 3 e il 4 ottobre sarò a Pordenone per parlare di Will Eisner. Tema e titolo sono alquanto impegnativi (“EISNER L’EBREO – Memoria e identità culturale in Fagin l’ebreo e Contratto con Dio di Will Eisner”) ma non dovrebbero fare troppe vittime (nel senso fantozziano di “No, il dibattito no!”): grazie all’infaticabile Andrea Alberghini l’incontro è inserito in quello che per me non potrebbe essere un contesto migliore, il 24 HOUR COMICS DAY 2009 (qui il programma completo).
Per questa manifestazione-progetto ho sempre avuto un debole,  sin da quando nel 2005 il benemerito portale Lo Spazio Bianco ha inserito l’Italia nel circuito dei paesi che da anni promuovono e di anno in anno rilanciano questa sorta di performance ginnico-artistica, vero e proprio sport estremo per fumettisti.
Quell’edizione fu particolarmente felice, e ne è stato ricavato un volume davvero notevole, per nulla penalizzato neppure dall’introduzione).

Sarà ancora una volta un grande piacere seguire gli autori e lo sviluppo delle storie pagina per pagina, schizzo per schizzo, vignetta per vignetta; resistere o magari cedere al sonno una, due e chissà quante volte nel corso della nottata; decidere di farsi un pisolino sul posto o di rientrare in camera per qualche ora, per poi tornare più o meno rinfrancati e con un vago senso di colpa per quelli che la nottata-maratona la stanno facendo sul serio…

E poi caffè a fiumi.

Il 24 Hour Comics Day online
Il sito italiano
Il sito internazionale
Associazione Vastagamma (24 HIC 2009, Pordenone)
Blog di Vastagamma su cui seguire l’evento in diretta

“Fagin l’ebreo” all’Aja

giovedì, 4 giugno 2009 - 10:43

Su invito di Forum – Associazione Italiana, venerdì 12 giugno, alle ore 19:30, Will Eisner e Fagin l’ebreo fanno tappa all’Aja, aggiungendo una presentazione alle tante dello scorso anno.

Forum è un’associazione di italiani all’estero dalla programmazione culturale particolarmente ricca ed esservi incluso è un piacere personale di cui ringrazio il segretario Luca Bernardi, appassionato di lunghissimo corso a cui non è necessario dire “graphic novel” una parola sì e una no per fare capire di cosa si sta parlando. Basta dire “Eisner”.
Ed è bastato, per cui eccoci qua.

Se avete in programma una scampagnata fuori porta, vi aspetto al Ristorante Casa Caroni (Jagerstraat, 8 Den Haag, NL – tel. +31 70 3460370) di cui mi dicono un gran bene.

“Zanardi 2, 1984-1988″

martedì, 28 aprile 2009 - 08:00

copertinazanardi2Ho cominciato a occuparmi di fumetti più o meno quando Andrea Pazienza cominciava a pubblicarli. La sua attività – poco più di dieci anni – ha coinciso con un periodo molto stimolante per il fandom italiano e, per quanto mi riguarda, col lavoro per Fumo di China, una rivista sul fumetto fondata nella stanza da cui scrivo nuovamente ora, che esce ancora oggi e per cui non riuscii mai a intervistarlo (settembre 1984: finalmente metto le mani sul suo numero di telefono; non è in casa e in seguito scoprirò di averlo chiamato mezz’ora dopo la partenza per Montepulciano).
In quegli anni su Pazienza si scriveva molto (non quanto da morto, ovvio)  e ricordo in particolare un bell’articolo di Carlo Branzaglia sullo sconvolgente Il segno di una resa invincibile.
Ma divago. Il punto è che non ho mai (mai) scritto di Pazienza (se l’ho fatto e ne avete le prove, inviatemele: l’ho completamente rimosso). Credo che sia stato per un motivo ben preciso; almeno, ne ho presente uno. E un altro credo che sia stato un senso di inadeguatezza che dopo tanti anni non è scomparso del tutto. Ma quello che conta è che adesso l’ho fatto.

Me lo ha chiesto Giovanni Ferrara, il curatore di tutte le edizioni di Pazienza per Fandango Libri. Per l’inadeguatezza di cui sopra ho chiesto aiuto a Francesca, che sul personaggio Zanardi ha messo a disposizione intuizioni originali intorno alle quali ho ricamato qualche osservazione sullo stupefacente talento fumettistico di Pazienza. Ne è uscito un pezzo pubblicato sul recente volume Zanardi 2, 1984-1988.

Di seguito, l’articolo integrale. I più interessati troveranno comodo scaricare e stampare questo file PDF. (more…)

Fumetti Partigiani e Città Future

martedì, 14 aprile 2009 - 17:38

Giovedì 16 aprile, alle ore 17.00, partecipo a PRATICHE DI RESISTENZA QUOTIDIANA – Attualità della Resistenza, nella visione artistica dei fumettisti italiani contemporanei. L’incontro è nell’ambito della mostra Fumetti partigiani, curata dall’amicissimo Emiliano Rabuiti in collaborazione col Centro Fumetto Andrea Pazienza, con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Roma, la Casa della Memoria e della Storia e le Biblioteche di Roma.
Saranno anche presenti gli autori di alcuni dei fumetti in mostra e pubblicati nel volume omonimo, con Michele Ginevra del Centro Fumetto a coordinare il tutto: Leonardo Guardigli, Manuel De Carli, Dario Morgante e Claudio Calia.
Per farmi scusare l’intrusione (hanno fatto tutto loro, io non ho contribuito in nulla né ai bei fumetti né all’allestimento della mostra, di cui si è parlato molto sui media nazionali) chiacchiererò un po’ di fumetto, di fumetti (per chi apprezza la distinzione) e di perché oggi il fumetto italiano può permettersi di parlare di qualsiasi cosa. E quando ci sono di mezzo la Storia e la Politica (che spesso in Italia si scrivono con la minuscola) questo non è poco né scontato, perché raramente in passato  il fumetto ha espresso opinioni o posizioni con valenza politico-sociale al di fuori dei meccanismi della propaganda.
E pare proprio che sia questo il caso.

Mi fermo qua, perché altrimento mi brucio le tre frasi in croce che ho da dire e giovedì potrebbe sembrare che Michele Ginevra è più brillante di me, mentre è soltanto laureato in Giurisprudenza Scienze Politiche con indirizzo giuridico e impervio a commenti contenenti le parole “ridondante” e “tautologico” (ho provato).
Ovviamente chiunque potrà partecipare sarà più che il benvenuto e se dirà di averlo saputo da questo post vince una calorosa stretta di mano e un incoraggiamento: “Poteva andarti peggio” (una tautologia ridondante di Ginevra, per esempio).

Già che ci sono, siccome a stare fermi viene il cancro, lo stesso giorno, poco prima, alle 15.50 circa, parlo di Will Eisner (e di chi altri?) ai microfoni della storica emittente romana Radio Città Futura. L’occasione è naturalmente CONTRATTO CON DIO – La Trilogia uscito da poco per Fandango Libri e di cui spero di annunciare presto qualche presentazione in giro per lo Stivale (e con questa ho fatto fuori in un colpo solo il mio bonus giornaliero di metafore scontate).

Moni Ovadia su “La Trilogia”

martedì, 17 marzo 2009 - 12:06

Su LA STAMPA online Moni Ovadia commenta l’edizione Fandango di Contratto con Dio – La Trilogia. Il grande performer e uomo di teatro aveva già “incontrato” Eisner nel 2001, chiosando estesamente in video l’originale A Contract With God. Just fitting: la “Trilogia”, vera e propria summa eisneriana, letteralmente pullula di riferimenti alla cultura e alle radici ebraiche dell’autore.
Una curiosità: sul sito dell’artista è disponibile la versione integrale dell’articolo, leggermente tagliato per LA STAMPA. Lo trovate cliccando sulla destra “Moni per Voi / Dal segno parola alla parola fumetto”.

“CONTRATTO CON DIO – La Trilogia”

giovedì, 5 marzo 2009 - 07:00

ccd-latrilogiaEsce oggi nelle librerie Contratto con Dio – La Trilogia (Fandango Libri, 512 pagine; 28,00 Euro). Si tratta della prima di una serie di voluminose raccolte che dal 2006 negli USA hanno accorpato buona parte dei romanzi a fumetti di Will Eisner. Il criterio è tematico e in questo caso il filo conduttore è Dropsie Avenue. Questa strada fittizia del South Bronx è ormai quasi mitologica, simbolo di una New York multietnica che è parte integrante della poetica di Eisner soprattutto nelle storie di questo volume: Contratto con Dio, La forza della vita e Dropsie Avenue.

In una difficile e improbabile classifica dei lavori di Eisner, sono forse le più importanti: autentici classici che rendono giustizia fino in fondo al termine “romanzo a fumetti”.
La raccolta è un progetto dello stesso Eisner, che l’aveva approvata personalmente lavorandoci fino a pochi giorni prima della scomparsa disegnando appositamente diverse nuove pagine.

Un piccolo ma importante dettaglio tecnico: è la prima edizione italiana di queste storie che utilizza gli stessi file delle edizioni originali, con una fedeltà grafica impossibile in epoca pre-digitale.

Se non conoscete Eisner, questo singolo libro rappresenta il cuore pulsante del suo affascinante universo narrativo.

Fagin l’ebreo

venerdì, 22 febbraio 2008 - 18:50

Fagin l'Ebreo

È un libro importante, l’ultimo romanzo vero e proprio di Will Eisner ancora inedito in Italia, ed è uscito e da poco per Fandango Libri. È anche il suo lavoro più “letterario” (se possono esserlo di meno gli altri), a partire dalla suggestiva idea di fondo: l’analisi dei meccanismi di generazione e propagazione del pregiudizio attraverso l’utilizzo incauto o colpevole di stereotipi narrativi. Campo di battaglia? L’Oliver Twist di Charles Dickens, e per la precisione il personaggio di Fagin.
Torneremo a parlare di questo libro, tra i più appassionati di Eisner, che per la prima volta dismette i panni a lui cari del cronista distaccato (“Racconto di ciò che conosco: sono ebreo e conosco gli ebrei. Se fossi irlandese, parlerei di irlandesi.”) per vestire quelli di vivace polemista e sfidare – a fumetti – uno dei pilastri della cultura popolare anglosassone.

Per ora vi segnalo alcune presentazioni che avranno luogo a partire dal 29 febbraio. Date e dettagli sono in questa pagina, che verrà aggiornata a mano a mano che gli appuntamenti in via di chiusura diventeranno ufficiali.


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 912 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: