Posts Tagged ‘Diana Schutz’

The Manara Library

venerdì, 18 novembre 2011 - 09:00

È la nuova collana che la Dark Horse dedica – questo è chiaro – a Milo Manara. Niente di nuovo per il lettore italiano: questo primo volume raccoglie Indian Summer (“Tutto ricominciò con un’estate indiana”; qui una preview), su testi di Hugo Pratt, e The Paper Man (“L’uomo di carta”): storie ormai classiche di cui non si contano più le edizioni. Il secondo volume è in uscita a febbraio 2012 e – incidentalmente – conterrà un articolo davvero bello di Stefano Gaudiano.
Il progetto si basa sulla collana Milo Manara – Le Opere, uscita nel 2008 per Il Sole 24 Ore come “collaterale”, terrificante termine di marketing che indica un allegato a testate periodiche (e che a me evoca vittime civili di blitz di forze speciali).
Vado a memoria, ma credo che la formula “Library”, con cui a un autore prestigioso si intitola una certa serie o collana che ne raccoglie l’opera (più o meno integralmente), in passato sia stata usata per la prima volta per Will Eisner, prima dalla sua storica casa editrice Kitchen Sink, poi dalla DC Comics, che ne ha gestito le opere dal 1999 al 2004. Non ricordo molto altro: certo, un altro pivello come Joe Kubert, poi…?

Questo per dire che l’operazione riveste evidentemente una certa  rilevanza per la casa di Milwaukie, che ripropone la “Italian comics superstar” (cito dalla IV di copertina) con traduzioni e apparati testuali nuovi di trinca, a cura della Senior Editor Diana Schutz (che ha lavorato con Frank Miller, Will Eisner e che oggi è coinvolta nei progetti di maggior prestigio). On top of it, trovo elegante la linea grafica, sobria e “ufficiale” senza essere celebrativa o “polverosa”.

Le traduzioni sono firmate da Kim Thompson della Fantagraphic Books, storicamente legato ad autori di casa nostra “non ovvi”, per così dire; basti pensare al suo lungo sodalizio di editor con Francesca Ghermandi, risalente ai primi anni Novanta, quando questa grande autrice quasi non era pubblicata in Italia.
Gli apparati consistono in un paio di articoli che assolvono alla doppia, doverosa funzione di: a) attirare e incuriosire il lettore; b) fornirgli le coordinate storiche ed editoriali necessarie a inquadrare il lavoro di Manara: un autore ormai classico e dalla carriera ultraquarantennale che sul  mercato USA non è mai stato pubblicato in maniera regolare ed è noto più per cliché riduttivi (“Manara = European erotic comics”) che per l’effettiva produzione a fumetti, abbondantissima e relativamente varia.

Al primo punto provvede una prefazione di Frank Miller, che nella sua prosa mai a rischio di minimalismo e understatement commenta il lavoro di un collega come può fare solo un autore davvero grande (al momento sperduto chissà dove ma che un giorno – chissà – potrebbe anche decidere di tornare tra noi).
Miller conosce bene le difficoltà e i vincoli – tipici di questo linguaggio – con cui il fumettista paga la sconfinata libertà di scelta di ambientazione, personaggi e trama delle storie. Vi accenna in diversi punti, per esempio qui:

Technically, a comic book can be read in a very few minutes. It is a task of the cartoonist to slow the reader down, to seduce the reader into breathing in the story at its intended pace. Here Manara excels.

La seconda funzione è assolta – spero – da una mia introduzione, che gli interessati (molto interessati: è in inglese ed è lunga diverse schermate) possono leggere di seguito o scaricare da qui.

(more…)

La settimana di Will Eisner

domenica, 1 marzo 2009 - 14:00

Carl Gropper, Presidente della fondazione Will & Ann Eisner, ci segnala l’apertura nella giornata di oggi della prima “Will Eisner Week“, una settimana di iniziative dedicate all’opera, alla vita e all’eredità artistica e letteraria di Will Eisner.

In particolare, lo scopo della “Settimana di Will Eisner” è promuovere la letteratura per immagini, difendere il diritto alla libertà di parola e di espressione e divulgare l’eredità di Will Eisner presso il più vasto pubblico possibile.

Will Eisner è nato il 6 marzo 1917 e venerdì prossimo avrebbe festeggiato 92 anni. Per celebrarlo si inaugura questo progetto promosso dal Comic Book Legal Defense Fund (di cui Eisner fu tra i fondatori e, fino agli ultimi giorni, uno dei maggiori sostenitori), dalla fondazione Will & Ann Eisner e da varie personalità e istituzioni dell’editoria a fumetti e del mondo della cultura. Presidente della settimana è Barbara Schulz, docente di “Art and Design” presso il Minneapolis College.

Il tema della prima edizione è “The Spirit of A Legend” e verrà svolto in diverse sedi, a Minneapolis, Savannah e New York.
Tra i conferenzieri, nomi noti del cartooning e dell’editoria a fumetti, come Diana Schutz e Paul Karasik (che, brillante e competentissimo come sempre, firma anche un bell’articolo parzialmente critico verso la produzione “letteraria” di Eisner).

Tutti i dettagli su Will Eisner Week.


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 916 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: